Il cantiere amplia in brevissimo tempo la gamma dei propri battelli. Piero Mannino e Sergio Abbate sembrano proprio voler bruciare le tappe nella realizzazione della gamma di battelli che la Noah, il cantiere cui hanno dato vita nel 2010, intende proporre agli appassionati di gommoni. In un anno appena di attività sono già stati prodotti tre modelli (un 5.50, un 6,80 in doppia versione efb e fb e un 9,40) e già un nuovo 8 m. è in fase di ultimazione, pronto probabilmente a prendere il mare a febbraio prossimo. Del nuovo battello è già stato diffuso il rendering e ne sono state anticipate le caratteristiche tecniche che lasciano dedurre un ulteriore sforzo progettuale rispetto ai già apprezzati modelli messi sul mercato. Nato questa volta dalla collaborazione con l’architetto Daniele Rizzo, il Noah 26 (8,02 x 3,1 m ft, 2,54 m sgonfio quindi carrellabile) si annuncia come un battello dalle linee decisamente accattivanti rispetto ai concorrenti della stessa categoria e di recentissima ideazione come quelli visti al Salone di Genova di quest’anno: la linea filante impressa dalla rastrematura dei tubolari (62-52 cm), dal disegno aerodinamico della consolle che sposa brillantemente i requisiti di estetica con quelli tanto preziosi di ergonomia, dalla stessa struttura del musetto di prua costruito su due livelli, contenuto nelle misure ma funzionale per chi utilizzi questa parte del mezzo nelle operazioni di sbarco o di ingresso in coperta, questi particolari soprattutto contribuiscono a “slanciare” il battello rendendone gradevole l’immagine complessiva sia da fermo che in navigazione.

Ma veniamo ai particolari. Dicevamo prima della consolle: il prisma si annuncia per dimensioni abbastanza protettivo e particolarmente ricco di spazi per l’alloggiamento di ogni tipo di strumentazione ma la sua funzione non si esaurisce qui perché sul fronte-prua presenta un’apertura che dà accesso a un utile quanto richiesto mini-locale toilette/spogliatoio che amplia anche la notevole capacità di stivaggio del mezzo. La postazione di guida è costituita da due sedili facilmente trasformabili in poggiareni e ospita nella parte posteriore della struttura il classico mobile multifunzione in cui è possibile inserire frigo, lavello e fuochi su richiesta. L’ampio divano poppiero è disegnato in modo che la spalliera faccia anche da poggiatesta alla cuscineria del prendisole che copre la sala macchine e le cui dimensioni si annunciano veramente considerevoli. Ma parlando di grandi superfici, chi avrà il piacere di andare per mare col Noah 26 ad ogni risalita dall’acqua, ad ogni sosta in porto, ogni volta insomma che avrà bisogno di spazio per muoversi all’estrema poppa avrà modo di apprezzare l’utilità dell’elegante plancetta (riduttivo chiamarla così in effetti) che sporge oltre la curvatura dei coni in cui peraltro il cantiere ha ricavato due inediti comodi gavoni in cui poter stivare cime, attrezzature sub, lenze e quant’altro che solitamente ingombrano – e bagnano – altri ambienti della coperta. Aspettiamo di vedere il prodotto finito ma siamo certi che la rifinitura certosina che il cantiere è solita mettere nei mezzi prodotti riserverà èiaceoli soprese anche nel Noah 26 a cui peraltro non manca di serie una serie di accessori che evitano ulteriori, costosi, interventi post-vendita. Tientibene, serbatoio carburante da 300 lt e impianto doccia completo (serbatoio da 130 lt), impianto elettrico completo di 3 batterie da 100 ah, inserti in teak sono tutti compresi nel prezzo che si annuncia molto competitivo (39.000 euro, Iva esclusa). La prima versione del modello sarà allestita in versione efb e le prime anticipazioni del cantiere dicono che a motorizzarlo per il test dinamico sarà un brillante Mercruiser 377 Mag da 320 hp, di poco inferiore alla massima potenza (330 hp) installabile. Il cantiere ha precisato in merito che l’adattamento del Noah 26 alla motorizzazione fb non stravolge la fisionomia della poppa perché avverrà con l’inserimento di un bracket che sporgerà al centro dell’attuale plancetta già predisposta per l’asportazione di una sua sezione centrale.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy Chiudi